Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Domani la conferenza stampa sulle novità

Si continua a parlare del caso Ilaria Alpi e Miran Hrovatin.

Domani alle 14.30 a Montecitorio la conferenza stampa per fare il punto sulle novità emerse sul caso di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin dopo la pubblicazione delle motivazioni alla sentenza di assoluzione per Hashi Omar Hassan.

Su Voci Mute se ne parlava qui per non dimenticare, e capire.

Annunci

L’esempio di Mirella Casale: dall’integrazione degli esclusi agli insegnanti di sostegno

Nel 2016 nelle nostre scuole ci troviamo ad assistere ad un problema che si fa sempre più consistente: la carenza degli insegnanti di sostegno.

Che ruolo ha, ad oggi, l’insegnante di sostegno? E che importanza viene data all’alunno con disabilità?

A inizio anno scolastico nelle scuole sarde troppi alunni si sono ritrovati senza supporto. Le proteste sono cresciute notevolmente in tutto lo stivale.

La cosiddetta “Buona scuola” sta forse debilitando quel delicatissimo ramo dell’insegnamento che dovrebbe invece crescere forte e rigoglioso? Continue reading “L’esempio di Mirella Casale: dall’integrazione degli esclusi agli insegnanti di sostegno”

Quando la condanna di un popolo è dettata dal luogo comune. Il caso di Nule

Ci sono storie che toccano il cuore, che fanno impazzire, rabbrividire.

Una di queste è quella che ha colpito il paese di Nule nella notte tra giovedì e venerdì scorso quando un’auto si è abbattuta sulla folla in festa. Si festeggiava Santa Maria Bambina nel piccolo e grazioso paesino di Nule.

Una tragedia sfiorata, tanti feriti, un paese nuovamente in ginocchio.

Il conducente dell’auto è stato ferito con un coltello da chi ha pensato di difendere i propri compaesani.

Gesto inaudito, non giustificabile.

Ciò che l’opinione pubblica, anzi, meglio, una parte dell’opinione pubblica, ha espresso sui canali social dei principali quotidiani nazionali e dell’isola è stato, non solo la condanna per quel gesto di vendetta, ma il disdegno verso il popolo sardo.

“Sono dei trogloditi”.

“In Sardegna non si gioca, si passa subito ai coltelli”.

“I sardi? Bè che pensavate facessero?”.

E allora è arrivato il momento di rispondere a chi ancora non ha avuto la fortuna, campanilismi a parte, di conoscere i sardi. Continue reading “Quando la condanna di un popolo è dettata dal luogo comune. Il caso di Nule”

Pregare ad alta voce a Dallas

L’immagine di oggi.

prayer in Dallas
Fonte immagine Time Magazine – foto di Ruddy Roye

Si è avvicinato al luogo di preghiera improvvisato, e ha iniziato a pregare. Prima a bassa voce, poi come un predicatore e infine a cantare a squarciagola la sua preghiera:

Nessuno farà più del male a questa città di Dallas. Prego per questi ufficiali che hanno perso la vita, adesso è il momento di lenire le ferite”.

 

Welcome to #BasKenya – Un sogno che si realizza

Se la solidarietà, per quel che vedo in questi giorni, avesse un nome, si chiamerebbe BasKenya, e se avesse un’immagine sarebbe di certo questa:

Salvatore Correddu, agronomo ozierese di 33 anni, ha inseguito il suo sogno: costruire un campo da basket per i bambini di Kapenguria, in Kenya.

Il suo sogno è diventato il sogno di tutti coloro che, da qui, lo seguono giorno per giorno e lo appoggiano nella sua avventura. Salvatore si è voluto fermare per fare ciò che realmente voleva fare.

Ho deciso di fermare il treno in corsa della mia vita, fatto di metropoli, orari, scadenze, per provare a realizzare un sogno che ho lasciato scivolare per troppo tempo, nascondendomi troppo spesso dietro la parola tempo, c’è tempo. In questi anni ho avuto la fortuna di viaggiare spesso. Per viaggio intendo non solo il momento di stacco dalla routine quotidiana, che spesso monopolizza la maggior parte dei giorni della nostra vita. Per viaggio intendo anche, e soprattutto, adattarsi e vivere in nuove realtà. 

Continue reading “Welcome to #BasKenya – Un sogno che si realizza”